Facebook

SEGNALAZIONI

[ Vai all'archivio ]

 

25.04
Sant'Angelo a Fasanella - Escursione all'Antece - 30 aprile
Categoria: NEWSPOST segnalato da Golfotrek
Sant'Angelo a Fasanella - Escursione all'Antece - 30 aprile

Per domenica 30 Aprile 2017, GolfoTrek ha organizzato una escursione ai piedi del Massiccio degli Alburni, nei pressi di Sant'Angelo a Fasanella (SA).
L'incontro dei partecipanti all'escursione è alle ore 08.30, all'altezza del bar Chiara, nei pressi del distributore IP di Sapri, da dove si partirà subito dopo con le proprie auto per raggiungere Sant'Angelo a Fasanella, laddove avrà inizio l'escursione.
Prima di arrivare al centro di Sant'Angelo a Fasanella, prenderemo una stradina asfaltata in salita, fino ad arrivare in un'area pic nic. Qui lasceremo le auto e proseguiremo a piedi per fare una breve escursione alla "Grotta di Fra gentile", un inghiottitoio carsico di rara bellezza, meta di numerosi speleologi. Il percorso per raggiungere il pozzo carsico dalla strada è breve, facile e senza asperità. La visita dura circa 1 ora e trenta.
Visitata la "Grotta di Fra Gentile", riprenderemo le auto per tornare indietro di circa 2 Km. Lasciate le auto lungo la strada, prenderemo un sentiero lungo circa 2 km. che ci condurrà sulle alture di Costa Palomba che domina la sottostante valle del Fasanella e del Calore, sul Massiccio dei Monti Alburni a 1125 mt. s.l.m.. Qui i Lucani, dopo aver sconfitto i greci, si insediarono lungo le coste tirreniche e, intorno al IV secolo a.C., scelsero tale luogo come dimora del Dio Alburno, divinità pagana temuta e venerata, raffigurato come un guerriero, l'Antece, su di una roccia a grandezza naturale. Per altri studiosi, invece, l'Antece è un monumento funerario dedicato ad un eroe che venne così consegnato alla storia.
Terminata la visita all'Antece, riprenderemo le auto per raggiungere Sant'Angelo a Fasanella e quindi la "Grotta di San Michele" che sorge poco al di sotto del centro abitato. La grotta, tra i siti speleologici più importanti della provincia di Salerno, era abitata già in età paleolitica, come dimostrano i ritrovamenti di arnesi ed utensili che i cacciatori utilizzavano per i quotidiani usi domestici. L'ingresso è costituito da un semplice portale che presenta un leone e una leonessa. In fondo alla grotta c'è la statua di marmo di San Michele Arcangelo. Intorno all'XI secolo si insediò una comunità religiosa appartenente all'ordine dei Benedettini.
A pochi km dal centro si trovano le cascate dell’Auso, alle quali ci si arriva percorrendo una strada carrabile detta “Grotta dell’Auso”. L’acqua della sorgente è convogliata attraverso un percorso costruito dall’uomo che un tempo serviva anche per il funzionamento di un mulino non più in uso. Nei pressi c'è un ponte di epoca romana ancora percorribile che sovrasta il torrente e, nella parte alta del laghetto artificiale, è visibile la turbina della vecchia centrale idroelettrica a cui le acque dell’Auso un tempo fornivano l’energia necessaria per metterla in moto. Il luogo è fornito di tavoli e panchine dove consumeremo il pranzo a sacco per poi far ritorno a Sapri.
Si raccomanda vivamente un confortevole abbigliamento, cappellino, robusti scarponcini da trekking, kway, pranzo a sacco ed abbondante acqua (almeno 1,5 lt.).
I nostri amici "quattrozampe" sono i benvenuti. Tuttavia, chi vorrà portarli è pregato di farlo presente agli organizzatori il giorno prima dell'escursione.
In caso di avverse condizioni metereologiche l'escursione, ovviamente, non sarà effettuata.
La quota (per l'assicurazione contro rischi ed infortuni) per i NON iscritti alla F.I.E. è di euro 5,00. A tal proposito, i partecipanti NON iscritti alle F.I.E., son pregati di comunicare agli organizzatori la loro partecipazione all'escursione entro le ore 12 di Sabato 29 Aprile 2017.
Tenuto conto che il viaggio di andata e ritorno è di circa 250 km, ogni partecipante all'escursione contribuirà per quanto riguarda le spese di carburante.
DETTAGLI DELL'ESCURSIONE:
- Partenza ore 08.30 all'altezza del bar Chiara, nei pressi del distributore IP di Sapri e rientro, stessa località, alle ore 16.30 circa;
- Inizio percorso ore 10.00 e termine ore 14.00 circa;
- Tempi di percorrenza previsti : 4 ore circa, soste comprese;
- Lunghezza del percorso : 6/7 km circa;
- Difficoltà : T/E - Turistico/Escursionistico;
Accompagnatori F.I.E. presenti all'escursione:
- Giamberto Noviello A.E.N;
- Fernando Di Luca A.E.R.A;
- Giuseppe Carofiglio A.E.R.A..
Per ogni altra informazione, chiamare Giamberto 340-9012301, Fernando 338-7081736 o Giuseppe 331-9150522.




TUTTE LE ESCURSIONI

Privacy Police